By 201 visualizzazioni 0 Comments

RoboCop streaming ITA 2014

Attori:

Joel KinnamanGary OldmanMichael KeatonSamuel L. JacksonAbbie CornishJackie Earle Haley,Michael K. WilliamsJay BaruchelJennifer EhleMarianne Jean-Baptiste

Regia:

José Padilha

Genere: Fantascienza

Anno: 2014

Nell’anno 2029 la multinazionale americana OmniCorp ha sviluppato la più moderna tecnologia per la costruzione dei robot. I droni progettati sono risultati vincenti in tutte le varie guerre sparse per il globo terrestre e la società desidera dare alle proprie creature un ruolo di primo piano anche in patria. Alex Murphy (Joel Kinnaman), marito e padre affettuoso, lavora tutti i giorni per le strade di Detroit cercando di arrestare l’ondata di criminalità e corruzione che attanaglia la città. Ferito gravemente sul lavoro, Alex viene salvato dalla avanguardistica tecnologia robotica della OmniCorp, ritornando in servizio con nuove straordinarie abilità ma con problemi che un essere umano non ha mai affrontato prima.

Ci sono sequenze, nel nuovo “RoboCop”, che lasciano a bocca aperta. Il tonitruante scontro con visori termici in notturna, l’immagine di ciò che rimane dell’agente Murphy che dimostra la valenza della singola inquadratura nel sintetizzare un processo emotivo, l’incipit in una Teheran sotto sorveglianza robotica degna del miglior immaginario cyberpunk. Ma possono bastare questi (e altri) picchi visivi del regista brasiliano a farci digerire una sceneggiatura imbarazzante? Se l’eroe che conoscevamo nell’omonimo film di Paul Verhoven (1987) era portatore di una profondità legata alla sua natura di uomo-macchina questo è semplicemente un uomo dentro una macchina, concepita in nome del progresso e del denaro. E non basta qualche sottotesto sul libero arbitrio per nobilitare un’operazione più simile al pilot di una serie tv molto costosa che alla complessità del cinema.

RoboCop streaming ITA 2014

Nell’anno 2029 la multinazionale americana OmniCorp ha sviluppato la più moderna tecnologia per la costruzione dei robot. I droni progettati sono risultati vincenti in tutte le varie guerre sparse per il globo terrestre e la società desidera dare alle proprie creature un ruolo di primo piano anche in patria. Alex Murphy (Joel Kinnaman), marito e padre affettuoso, lavora tutti i giorni per le strade di Detroit cercando di arrestare l’ondata di criminalità e corruzione che attanaglia la città. Ferito gravemente sul lavoro, Alex viene salvato dalla avanguardistica tecnologia robotica della OmniCorp, ritornando in servizio con nuove straordinarie abilità ma con problemi che un essere umano non ha mai affrontato prima.

Ci sono sequenze, nel nuovo “RoboCop”, che lasciano a bocca aperta. Il tonitruante scontro con visori termici in notturna, l’immagine di ciò che rimane dell’agente Murphy che dimostra la valenza della singola inquadratura nel sintetizzare un processo emotivo, l’incipit in una Teheran sotto sorveglianza robotica degna del miglior immaginario cyberpunk. Ma possono bastare questi (e altri) picchi visivi del regista brasiliano a farci digerire una sceneggiatura imbarazzante? Se l’eroe che conoscevamo nell’omonimo film di Paul Verhoven (1987) era portatore di una profondità legata alla sua natura di uomo-macchina questo è semplicemente un uomo dentro una macchina, concepita in nome del progresso e del denaro. E non basta qualche sottotesto sul libero arbitrio per nobilitare un’operazione più simile al pilot di una serie tv molto costosa che alla complessità del cinema.

201 visualizzazioni
Posted in: Fantascienza

Post a Comment

You must be logged in to post a comment.


shared on wplocker.com